Confronto e intesa raggiunti per la quarta edizione del Master: il 14 Luglio scorso la Presidente Dhebora Mirabelli ad Agrigento insieme al Presidente dell’Associazione Strada degli Scrittori e giornalista del Corriere della Sera Felice Cavallaro e con Massimo Bray, Presidente della Fondazione Treccani.

Strada degli Scrittori: l’evento di Agrigento

Un percorso di 30 km, attraversato dalle suggestioni degli autori più significativi della regione, in cui la narrativa non è stata soltanto cornice, ma protagonista ed occasione di formazione, valorizzazione e confronto sulle tematiche della cultura e del territorio.

3 giorni di workshop e iniziative dalle molteplici sfaccettature, con ospiti di eccezione che hanno riflettuto, insieme ai partecipanti e agli alunni del Master, sulle parole chiave della narrativa siciliana.

Da Luigi Lo Cascio, sul tema della Creatività, alla Solidarietà di Don Luigi Ciotti, che ha incrociato la storia di Paolo Borsellino e il tema della Legalità.

Spazio anche ad interventi sui temi del Lavoro, a cura di Stefano Giubboni – esperto e docente di Diritto del Lavoro e della Scuola, con laboratori di scrittura e di idee che hanno visto l’intervento di Carmelo Sardo, giornalista e Capo Redattore Cronache del TG 5, e di Massimo Bray, Presidente della Fondazione Treccani e tra i fondatori della Strada.

In questo contesto la visita della Presidente di Confapi nella giornata del 14.

E’ stata un’occasione per apprezzare la qualità degli ospiti e degli interventi di professionisti dell’industria culturale, nella veste di docenti per le attività dell’evento. Un’iniziativa assolutamente in linea con il sostegno che Confapi vuole dare all’industria culturale siciliana intesa in senso ampio e alle occasioni di formazione e valorizzazione del territorio che si esprimono anche e soprattutto attraverso l’entusiasmo degli 80 partecipanti dell’edizione 2019, che si sono diplomati domenica, e che con i loro contributi a settembre, insieme a Felice Cavallaro realizzeranno un libro che sarà pubblicato. Dagli interventi in aula agli eventi collaterali organizzati da CoopCulture il passaggio è rimasto di altissimo profilo. La visita in notturna della Valle dei Templi, con la rappresentazione dei miti greci, ha rappresentato un momento di emozione unica e di legame con la terra e con la sua capacità evocativa storica, culturale e divulgativa, complice la presenza di Alberto Angela in loco.  – Dhebora Mirabelli, Presidente Confapi Sicilia.

Un itinerario ideale, da Pirandello a Sciascia, all’interno dei luoghi della narrativa siciliana

Il progetto prende forma da una proposta del giornalista del Corriere della Sera, Felice Cavallaro, condivisa e sottoscritta con l’ex Ministro per i Beni culturali Massimo Bray, oggi direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, e dal Presidente dell’Assemblea regionale Siciliana, on. Giovanni Ardizzone, dagli assessori regionali del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, dei Beni culturali, dell’Istruzione e della Formazione professionale, delle Attività produttive, delle Politiche agricole e alimentari, del Territorio e Ambiente.

Per l’edizione 2019 l’evento si è snodato anche in un itinerario ragionato nella Valle dei Templi di Agrigento: qui, spaziando nella narrativa, sono state definite le basi per la nuova edizione dell’iniziativa di alta formazione, che si configura sempre di più come un progetto di marketing e valorizzazione territoriale ad ampio respiro.

Cultura: uno dei punti di forza del piano triennale

E’ uno degli obiettivi della nuova governance, che punta alla valorizzazione del Made in Sicily a tutto tondo. Dopo l’evento dedicato al ruolo della donna nell’industria culturale e creativa dello scorso 1 Luglio a Villa Zito, un nuovo passo in avanti per la Direzione di Confapi Sicilia che, nell’ambito dell’evento di lancio del Master “Strada degli Scrittori”, ha deciso di sostenere l’iniziativa in coerenza con i propri obiettivi di sviluppo del tessuto economico-imprenditoriale.

Con la Cultura si mangia

Confapi Sicilia ha avviato percorsi di collaborazione con l’Associazione La Strada degli Scrittori nell’ambito della sua partecipazione alle giornate del 14 e 15 Luglio.

L’obiettivo di Confapi è quello di inserirsi nel discorso più ampio portato avanti dalla Strada degli Scrittori e dai partne, che prevede il coinvolgimento di siti archeologici,  cantine sociali e l’enogastronomia per la possibile istituzione di corsi per giovani, per evidenziare produzioni locali di diverso genere di particolare pregio, per i siti naturalistici e per l’accoglienza e i servizi relativi, oltre all’idea di coinvolgere le comunità locali, con le loro amministrazioni, le diverse associazioni di promozione che operano nel territorio, le filiere enogastronomiche, gli agriturismi, imprenditori, albergatori, ristoratori, teatri e scuole.

Per questo Confapi sosterrà l’iniziativa, attraverso l’apertura di nuovi canali di dialogo e di sviluppo e progettazione.